Nuovi collegamenti extraurbani in valutazione, e riemerge l’ipotesi servizio acqueo

CHIOGGIA (29/08/2010)  — L’assessore ai trasporti Claudio Bullo punta a valutare la fattibilità in merito ad un’attivazione di nuove linee extraurbane, per meglio collegare Chioggia a località come Codevigo, Dolo, Mira Buse, ma anche la Zona Industriale di Padova con corse dirette. Inoltre viene riproposta l’idea di un servizio di trasporto acqueo lungo il Lusenzo, che lascia però non poche perplessità in quanto un servizio del genere collegherebbe solo sporadicamente i vari quartieri di Chioggia, Sottomarina e Borgo San Giovanni. Chioggia infatti è ben diversa da Venezia, un servizio con natanti non sarebbe da bocciare ma non potrebbe essere in alcun modo un servizio sostitutivo agli autobus, casomai potrebbe essere un servizio complementare che comunque lascerebbe inservite tantissime zone interne di Sottomarina che giocoforza dovrebbero essere collegate da un valido servizio automobilistico. Le corse aggiuntive, come dichiarato sul Gazzettino di oggi, non servono solo per Cavanella, ma anche per Ca’ Bianca, Ca’Lino e Isola Verde, si spera che entro la partenza del prossimo servizio invernale (che avviene a metà settembre) si riesca a risolvere la questione insieme a tutti i punti già comunicati all’assessore e ad Actv.

Nuovi collegamenti extraurbani in valutazione, e riemerge l’ipotesi servizio acqueoultima modifica: 2010-08-29T21:05:22+00:00da bus-chioggia
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Nuovi collegamenti extraurbani in valutazione, e riemerge l’ipotesi servizio acqueo

  1. Ho sentito il comune ha un sacco di debiti con l’ACTV e che è a rischio il servizio. (penso che per questo ci hanno tolto corse sulle frazioni). E con che soldi si fa il servizio acqueo? E le corriere blu sono gestite dalle provincie e non dal comune
    MI SEMBRANO SOLO SPARATE! ELETTORALI!
    Staremo a vedere cosa il comune combinerà.
    Andrea

  2. L’idea può funzionare , l’ITIS Righi di Chioggia ha presentato un progetto di mobilità sostenibile pensando proprio alla linea di navigazione. questa potrebbe essere utilizzata anche per portare i turisti pendolari da Valli dove si potrebbe fare un park scambiatore sino alle spiagge, eliminando un pò di code. Ma soprattutto và ripresa la linea acquea overcraf Chioggia Venezia unica vera alternativa in attesa della ferrovia.

Lascia un commento