LA DENUNCIA: CHIOGGIA CITTA’ ANTI-CAMPER

Ordinanza anti-camper illegittima, camperisti vittime di scelte politiche sbagliate, compiute dall’ormai defunta amministrazione Tiozzo. Così i camperisti fuggono da Chioggia e scelgono altre mete turistiche

CHIOGGIA (13/03/2011) — Ormai la Giunta Tiozzo non esiste più, ma le conseguenze delle sue scelte politiche sono ancora presenti in città, e gli scontenti si fanno sentire ancora, ma questa volta addirittura da “fuori città”. Ci è arrivata  una segnalazione con cui viene chiamata in causa l’ex-giunta Tiozzo che avrebbe emanato un’ordinanza illegittima, perché sarebbe in contrasto con la circolare del Ministero dell’Interno nr. 277 del 15/01/2008. La vicenda riguarda il recente divieto2004-04-ChioggiaIsolaUnione.jpg di sosta agli autocaravan all’Isola dell’Unione (nella foto), ma anche in altre zone della città come in Lungomare Adriatico. “Non sono disponibili “normali” parcheggi anche per camper, non solo a pagamento ma anche gratuiti, così come stabilito dall’attuale normativa su tutto il territorio comunale, questa in sintesi la causa della scontentezza tra i camperisti, riassunta molto chiaramente e con gli oppurtuni riferimenti normativi nella missiva riportata di seguito.

Alla c.a. : Sindaco del Comune di Chioggia (Commissario Prefettizio)
e p.c. : Ministero dei Trasporti
e p.c. : Ministero degli Interni
e p.c. : Presidente della Regione
e p.c. : Prefetto della Provincia di Venezia
e p.c. : A.N.C.I.
e p.c. : a tutti i commercianti
e p.c. : a tutte le forze Politiche Chioggia

“Ultimamente Chioggia é diventata una città Anticamper ordinanza n° 90 del 2010 il quale nel parcheggio dell’isola dell’unione ha istituito il divieto di sosta.
Anche nei vari parking del lungomare segnalazioni di divieto di sosta per i camper,parking carabinieri,in fondo ex zago, aver istituito solo dei parcheggi di B.S.Giovanni lontano dal centro 5 km circa, Campo Cannoni e Park Arena non attrezzati,lugubri e senza un minimo di sicurezza (cds 185)la vigilia di capodanno siamo andati via ,buio pesto e camion posteggiati di traverso, viola la liberta del cittadino camperista.”

Egregio Sig. Sindaco,
quale premessa desidero far presente che la circolare del Ministero dell’Interno nr. 277 del 15/01/2008 , inviata a tutti i Prefetti d’Italia, al Dipartimento di P.S. Direzione Centrale per la Polizia Stradale Ferroviaria delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, ai Commissari di Governo per la Provincia di Trento e Bolzano, al Presidente della Giunta Regionale della Valle d’Aosta, e successivamente anche all’A.N.C.I., direttiva/circolare disponibile anche sul sito dell’A.N.C.I. al link:
http://www.anci.it/Contenuti/Allegati/Direttiva_autocaravan.doc
http://www.anci.it/index.cfm?layout=dettaglio&IdSez=10024&IdDett=14437 indica chiaramente che i comuni (o per meglio dire gli enti proprietari delle strade) non possono emettere ordinanze non correttamente/sufficientemente motivate di divieto/limitazione circolazione/sosta solo per i camper ed inoltre, per questi mezzi, devono mettere a disposizione parcheggi con stalli adeguati sia a pagamento che gratuiti, sempre così come stabilito dalla vigente normativa.
La realtà risulta purtroppo ben diversa. Molti comuni emanano ed adottano ancora provvedimenti illegittimi di divieto/limitazione circolazione/sosta nei confronti dei suddetti mezzi con motivazioni generiche (p.e.”igiene pubblica” o addirittura “ordine pubblico”) colpendo indiscriminatamente la categoria tutta e non i singoli trasgressori come legge prescrive. In tal caso e di fronte ad una multa l’unica possibilità di difesa da parte del cittadino/camperista è quella di presentare ricorso al Prefetto oppure al Giudice di Pace, dovendo quindi rimetterci tempo e denaro, intasando, inoltre, gli uffici giudiziari che come ben si sa, sono già in difficoltà operativa creando ulteriore sperpero di risorse e denaro pubblico.
Detto ciò, faccio presente che la Sua Amministrazione non accoglie il turismo in camper in quanto:
I camper non possono sostare liberamente causa divieti “preventivi” emessi invece di provvedere a sanzionare eventuali SINGOLE infrazioni infatti in tutto i lungomare e zone limitrofe vige il divieto solo per Camper ,parking carabinieri,ex zago,isola dell’unione dove in quest’ultimo in questi anni cera riservato un piccolo spazio per i camperisti con l’utilizzo dei bagni del parco pubblico adiacente con il pagamento della sosta maggiorato del 50%
Non sono disponibili “normali” parcheggi anche per camper, non solo a pagamento ma anche gratuiti, così come stabilito dall’attuale normativa su tutto i territorio comunale.

Non sono disponibili aree attrezzate per camper come prescrive il C.d.S. art.185 ,7 i campeggi nei mesi invernali sono chiusi e la stagione estiva solo dal mese di aprile-maggio ed oltretutto richiedono 20 euro solo per scaricare le acque(camping adriatico ecc)
(C.d.S. art.185 ,7 Nel regolamento sono stabiliti i criteri per la realizzazione, lungo le strade e autostrade, nelle aree attrezzate riservate alla sosta e al parcheggio delle autocaravan e nei campeggi, di impianti igienico-sanitari atti ad accogliere i residui organici e le acque chiare e luride, raccolti negli appositi impianti interni di detti veicoli, le tariffe per l’uso degli impianti igienico-sanitari, nonché i criteri per l’istituzione da parte dei comuni di analoghe aree attrezzate nell’ambito dei rispettivi territori e l’apposito segnale stradale col quale deve essere indicato ogni impianto).
Per concludere , come camperista turista e soprattutto cittadino dovrei evitare il Suo Comune? Dovrei frequentare e spendere i miei soldi presso quei Comuni che invece accolgono degnamente anche il turismo in camper ?
NO ! non se ne parla nemmeno, é un mio diritto sancito dalla Costituzione. Continuerò a tornare nel Comune da Lei amministrato e se troverò ancora divieti ILLEGITTIMI solo per i camper e sarò multato, farò ricorso al Prefetto od al Giudice di Pace.
Siamo migliaia di camperisti che durante l’anno in tutte le stagioni stazionano ne Suo comune e portiamo benessere economico alla Sua città
Purtroppo la Sua amministrazione rende difficile questo nostro itinerare alla ricerca di belle cittadine d’arte da visitare
Ringraziando per l’attenzione che vorrà prestare a questa mia e fiducioso che nel prossimo futuro la situazione nel Comune da Lei amministrato muterà in meglio, colgo l’occasione per porgere distinti saluti.

12/3/2011

Lo Verso Vincenzo

-RASSEGNA STAMPA SULL’ARGOMENTO

Camperisti in rivolta
«Ridateci l’Unione» IL GAZZETTINO del 15 marzo 2011

camper_gazzettino.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

«Chioggia rinuncia ai soldi dei turisti in camper» LA NUOVA VENEZIA del 16 marzo 2011

“Creare spazi attrezzati per i camper” LA NUOVA VENEZIA del 18 marzo 2011

LA DENUNCIA: CHIOGGIA CITTA’ ANTI-CAMPERultima modifica: 2011-04-04T22:20:56+00:00da bus-chioggia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento