VINCE CASSON, ADESSO IL PROGRAMMA ELETTORALE VA ATTUATO DA SUBITO E CON COERENZA

Casson nuovo sindaco di Chioggia, ma adesso la sua coalizione dovrà rispettare le promesse elettorali scrupolosamente e con la massima coerenza. Sui trasporti Casson prometteva la riprogettazione del servizio di trasporto compreso quello delle frazioni, dichiarando che esse devono “essere avvicinate alla città e non allontanate”. Adesso la forza della coerenza giocherà un ruolo decisivo.
SCARICA IL PROGRAMMA ELETTORALE DI GIUSEPPE CASSON

CHIOGGIA (30/05/2011) — Il centrosinitra torna al governo della città dopo 3 anni di amministrazione targata Forza Italia-Alleanza Nazionale-Lega Nord-Udc. casson.jpgL’Udc però cambia sponda passando col centrosinistra, mossa che sicuramente ha dirottato il voto di molti moderati ed indecisi verso la candidatura di Giuseppe Casson.
Adesso Trasporti Pubblici Chioggia osserverà e vigilerà scrupolosamente sull’immediato rispetto delle promesse prese in campagna elettorale per quanto riguarda i trasporti, che fin da subito dovranno essere migliorati coerentemente con il programma amministrativo che si riporta di seguito.
Questo il programma elettorale riguardo i trasporti, che dovrà essere DA SUBITO attuato con la massima COERENZA e ONESTA’:

“I recenti tagli al trasporto pubblico predisposti dalla Giunta Regionale fanno sì che l’Amministrazione Comunale debba mettere particolare attenzione al trasporto pubblico locale su gomma, urbano ed extraurbano. Il rischio concreto è infatti quello di una riduzione drastica dei servizi con ricadute pesanti per gli utenti e per i lavoratori del settore. Il servizio di trasporto pubblico a Chioggia deve essere perciò rivisto e riprogettato. Serve uno studio specifico sui bisogni reali dei cittadini che vada ad adeguare le frequenze delle corse e il tipo di mezzo da impegnare: navette al posto dei grandi bus i quali saranno impegnati nei momenti di maggior richiesta. La posizione di un capolinea deve essere individuata in un’area strategica e vicina ai grandi parcheggi scambiatori. Bisogna ripensare al servizio con le frazioni in collaborazioni con i mezzi extraurbani. Le frazioni devono essere avvicinate alla città e non allontanate. Per quanto riguarda il trasporto acqueo per Venezia e isole, l’approdo all’Isola dell’Unione risolverebbe molti problemi essendo facilmente raggiungibile e con possibilità di parcheggi. Il servizio per Padova va rivisto per la carenza delle corse serali, così come l’attuale linea ferroviaria Chioggia-Mestre risulta essere del tutto insufficiente. L’Amministrazione Comunale deve favorire l’istituzione di una “Conferenza Permanente dei Trasporti” vista come momento di confronto tra tutti i soggetti a vario titolo interessati al problema. Va sostenuta la mobilità alternativa mediante il Centro Intermodale, i parcheggi urbani e di scambio e il park di scambio noticket.”

VINCE CASSON, ADESSO IL PROGRAMMA ELETTORALE VA ATTUATO DA SUBITO E CON COERENZAultima modifica: 2011-05-31T21:52:47+00:00da bus-chioggia
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “VINCE CASSON, ADESSO IL PROGRAMMA ELETTORALE VA ATTUATO DA SUBITO E CON COERENZA

  1. Ormai nella politica nazionale è da mettersi le mani nei capelli, ma nel nostro “piccolo”, qui a chioggia, mi si consenta, avevamo raggiunto livelli VOMITEVOLI, vedremo se qulacosa cambierà, ma ne dubito…

    Che ne dicessero i diretti interessati prima delle votazioni del 15 maggio, era scontato che dovesse avvenire l’apparentamento PDL+LEGA (per non perdere le solite “careghe”!), seppure ciascuno dei 2 candidati, durante la campagna elettorale non ha mai mancato di schernire l’altro (la LEGA NORD sicuramente in modo più pesante rispetto a quanto ha fatto BENIAMINO).

    Di cose allucinanti c’è ne sono state tante, di certo ci si domanda come cavolo ha fatto la LEGA NORD a fare un apparentamento nonostante la presenza con il PDL della LEGA TODARO, quando neanche 15gg fa sbandierava continui attacchi e ricorsi contro quest’ultima …. come dire …. l’opera teatrale delle “baruffe chioggiotte”, è relegabile a meno di un giornalino di topolino, in confronto a quanto accade nella politica clodiense.

    Diciamo la verità, sempre per il maledetto comune denominatore “la carega”, ha lasciato proprio allibiti pure il fatto che GUARNIERI, giornali alla mano, si è reso disponibile ad apparentamenti sia con la DESTRA (BENIAMINO) che con la SINISTRA (CASSON) e sbigottiti si è restati pure nel leggere che il PDL un bel pensierino lo ha fatto (all’idea di apparentamento con GUARNIERI)….non vale la pena di commentare il comunicato del GUARNIERI poco prima del ballottaggio..

    Ben ha fatto quantomeno CASSON, che con fermezza e coerenza ha sempre detto di correre da SOLO (gli si deve certamente dare atto, del coraggio e dell’altissimo livello morale della scelta). In tal senso trascende la seguente considerazione: gli elettori di GUARNIERI (definiamola pure una bella costola della sinistra radicale), potevano mai portare i propri voti ad un candidato della destra solo perché GUARNIERI dopo aver bussato prima a dx e poi a sx, è restato, per così dire, “alla porta”?? Penso proprio che gran parte dei voti di GUARNIERI “automaticamente” sono trasmigrati a CASSON quale nuovo sindaco, fermo restando gli astenuti ormai stufi di promesse e di prenderla sempre in quel posto (sia della sinistra di GUARNIERI che della LEGA NORD, che altri).

    Indipendentemente dalle persone che andranno in amministrazione comunale (e dagli inciuci che mai non sapremo: per gli assessorati, compartecipate, spoil system, agevolazioni varie, ecc.., magari già più dietrologigi se saliva la destra), ricordo, qualora ve ne fosse bisogno, che il ruolo Istituzionale che andrete a ricoprire non è determinato dal superamento di un concorso che richiedeva titoli o qualifiche strettamente personali acquisite dopo anni di studio (es: laurea, diplomi, ecc) ed un esame finale, ma deriva unicamente grazie alla FIDUCIA che il CITTADINO ha RIPOSTO in voi, VOTANDOVI, per tutelare e RAPPRESENTARE il cittadino stesso…..spero lo terrete ben presente data la delusione che serpeggia nei confronti della politica, tenendo bene a mente che il cittadino più attento sa benissimo individuare il “furbetto” di turno che non sapendo far altro, decide di fare il politico come lavoro (quindi a vita!), per avere facile stipendio ed un po’ di notorietà (sennò non se lo caga nessuno).

    Per quanto mi riguarda, avendo già votato al primo turno una lista il cui candidato non era dei 2 al ballottaggio (e si è ben astenuto dal fare apparentamenti), non riscontrando in alcuno dei 2 “superstiti” una figura “al di sopra di ogni ragionevole dubbio” (si nota come le facce dei candidati, tranne in rarissimi casi, sono sempre le stesse, che cambiano anche sfacciatamente costume pur di venire eletti), sottolineo che ormai destra e sinistra non esistono più.

    Piuttosto…pensiamo tutti di andare ai REFEREMDUM, ossia ad esercitare il massimo, ed ormai, aimè, unico vero strumento con cui possiamo ATTIVAMENTE esprimerci, per abrogare gli “scarabocchi ” legislativi decisi da chi precedentemente è stato eletto e che dovrebbe avere l’onore di rappresentarci (assurdo no?!?!).

    Scusatemi la lungaggine, ma vorrei far evidenziare le ultime 2 cose…
    1) Un sicuro plauso va al commissario Prefettizio che, con i pochi collaboratori, ha saputo comunque tirare avanti sino ad oggi e deliberare il programma delle manifestazioni estive degne di tutto rispetto….(sottolineo che è bastata una persona per fare ciò e gestire egregiamente l’ordinario….mentre ora pagheremo 24 consiglieri più 8 assessori:O );
    2) Nella storia politica di locale qualcuno ricorda una batosa analoga a quella della destra odierna, per cui dei 50 seggi tutti sono andati a CASSON e manco uno (della bandiera) a BENIMAINO??!?….che tranvata…;(

  2. Poche parole di commento al commento di Marco che magari la prossima volta sarebbe meglio ci dicesse pure il cognome.
    Che la politica nazionale e pure locale faccia ormai inorridire posso pure essere d’accordo ma quanto si fanno analisi su quanto avvenuto alle recenti consultazioni locali si ha il dovere di essere corretti. Il sottoscritto non ha MAI PROPOSTO NESSUN APPARENTAMENTO AL CENTRODESTRA! Ma che giornali ha letto il Signor Marco? Io sono stato avvicinato da Beniamino Capon il quale ha riconosciuto alcuni importanti punti del nostro programma. Tutto qui! Se proprio volesse Marco scovare del marcio dovrebbe ragionare sulle motivazioni per cui Casson e Lucio Tiozzo, con la benedizione di Romano Tiozzo e Comunione e Liberazione, mettono assieme una coalizione che non ha senso politico e che è stata sconfessata dall’elettorato! Infatti il PD perde il 9 % dei voti e Casson prende il 31 % di consenso al primo turno. Certo, il tutto viene rigenerato al secondo turno ma per effetto del meccanismo elettorale dove si votano persone e non partiti o coalizioni. E qui, Marco, denuncia tutta la sua non obiettività perchè quando parla di Casson quale campione di coerenza non dice che mentre rifiuta di giorno i voti del centrosinistra che io gli avevo offerto, di notte manda i sottoposti a fare accordi con Rifondazione Comunista, Sinistra Ecologia e Libertà e, dato elettorale alla mano, forse con Todaro ma sicuramente con Convento, visto il voto di Valli. Ora, al di là di Marco, vediamo la squadra ma soprattutto vediamo quale governo della Città. Non tanto perchè vi sarà molta continuità rispetto alla gestione Romano Tiozzo ma perchè le promesse elettorali sono state ampie e la situazione, per l’effetto sempre di Romano Tiozzo, è pesantissima in Città ed in Ammistrazione. Vediamo come andrà! Da parte mia, che non devo difendere lobby e non faccio pasticci, mi regolerò sui provvedimenti e sull’azione amministrativa. E poi vedremo!

Lascia un commento