RISORSE GIA’ SPREMUTE AL MASSIMO, ORA POLITICA DI VERA INCENTIVAZIONE DEL MEZZO PUBBLICO

Da lunedì è partito il servizio delle circolari 1 e 2, ora serve un miglioramento generale servendo meglio le frazioni con più corse nelle fasce pomeridiane non coperte dal servizio a chiamata, per una politica di vera incentivazione del mezzo pubblico e per eliminare traffico e inquinamento, garantendo anche corse bis per gli studenti che si recano a Borgo San Giovanni, visto che quelle ordinarie sono spesso insufficienti nelle ore di punta.

CHIOGGIA (26/02/2010)  n°96 — Sono state ripristinate le circolari 1 e 2, dopo un po’ di rodaggio le linee risulteranno più funzionali rispetto a prima, gli inevitabili disguidi però non mancano, in Campo Marconi sono state infatti posizionate le fermate della linea 7 e 1 molto distanti fra loro, obbligando così gli utenti a dirottare alternativamente sulla 1 o sulla 7 anche nei percorsi comuni, abbassando così la frequenza effettiva delle 2 fermate da 10 a 20 minuti l’ora, basterebbe unificare le 2 fermate per rimuovere tale imperfezione. ACTV_717.JPG Grande delusione per la linea adottata sulle linee 3, 4 e 5, che continuano ad avere pochissime corse anche nelle fasce orarie non coperte dal servizio a chiamata (che è attivo dalle 9.30 alle 13 e dalle 20.30 alle 23.30), infatti nel pomeriggio la linea 3, che collega Ca’ Bianca a Chioggia, continua ad avere un buco spaventoso dalle 13.36 alle 15.54, più di 2 ore senza alcuna possibilità di raggiungere la frazione dal centro di Chioggia in una fascia calda; la linea 5 nei feriali ha un buco dalle 16.31 alle 18.59, anche questa fascia non coperta dal servizio a chiamata. In più nei festivi, non è stata attuata nessuna politica migliorativa, dove permangono 3 corse per la linea 5 e 4 corse per la 3 e la 4, situazione a dir poco scandalosa, è strano come si perseveri nella politica di disincentivare l’uso del mezzo pubblico quando tutto il mondo sta facendo l’esatto opposto, è impossibile fruire delle corse per le frazioni nei festivi fino a che resta 1 corsa la mattina presto, 1 all’ora di pranzo e 1 all’ora di cena; non è concepibile in una realtà di stato sociale che una politica simile sia considerata opportuna per i cittadini, basti pensare che, per un confronto con i dati storici, prima della razionalizzazione c’erano 9 corse nei festivi e adesso per Isola Verde ce ne sono esattamente 1/3, non si sa fino a quanto l’amministrazione attuerà queste politiche assolutamente impopolari e a discapito dei più indifesi… Il servizio a chiamata può coprire le fasce deboli come quelle della metà mattina o quelle serali/notturne, ma durante il pomeriggio il servizio deve essere adeguatamente coperto da corse ordinarie per creare una vera alternativa all’uso delle auto. E’ stata aggiunta una corsa alle 20.27 sulla linea 3, un piccolo lodabile miglioramento, va però sottolineato che è stato semplicemente fatto rientrare da Ca’ Bianca in linea l’autobus (matricola 725) che parte dalle 19.50 dall’Isola dell’Unione (corsa esternalizzata) al posto di farlo rientrare “Fuori Servizio”. Questo dimostra che le economie sono già state conseguite al massimo, va ricordata anche l’integrazione urbano/extraurbano sempre per la linea 3, infatti la corsa mattutina delle 8.37 da Civè e quella pomeridiana delle 17.00 da Isola dell’Unione vengono effettuate usando mezzi e turni dell’extraurbano permettendo così di incrementare l’efficienza del personale e quindi di risparmiare risorse; il tutto dimostra che le risorse sono già state “spremute” al massimo, ed inoltre i tagli effettuati alle corse sono stati ben oltre lo spreco dato da alcune corse delle frazioni sottoutilizzate, quindi sarebbe giusto prendere atto della situazione e da adesso in poi smettere di giocare al ribasso e migliorare da subito il servizio in primis per le frazioni coprendo i buchi pomeridiani sopra evidenziati e quelli inaccettabili dei festivi ed inoltre favorire al massimo l’uso del bus da parte degli studenti che da Chioggia Centro Storico si dirigono verso Borgo San Giovanni (e viceversa) introducendo opportune corse bis per trasportare tutti gli studenti, che ora non riescono a starci tutti su un mezzo. Tutto il sistema con gli opportuni (e poco onerosi) interventi migliorativi potrebbe risultare molto più efficace di quello attuale, questo vale per tutta l’utenza, anche quella turistica, basti pensare quanto utile sarebbe prolungare le corse estive delle circolari almeno fino alle 24 per permettere ai turisti alloggiati negli alberghi di Sottomarina di visitare anche di sera Chioggia Centro Storico pubblicizzando opportunamente il servizio e con una sinergia tra Comune e operatori turistici, basterebbe davvero poco, e un pizzico di buon senso in più, per offrire un servizio davvero utile e funzionale.

RISORSE GIA’ SPREMUTE AL MASSIMO, ORA POLITICA DI VERA INCENTIVAZIONE DEL MEZZO PUBBLICOultima modifica: 2010-03-12T23:31:16+01:00da bus-chioggia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento