A QUANDO LA CIRCOLARE COMPLETA?

A settembre era stata annunciata dall’assessore Convento mediante la carta stampata, a fine novembre deve ancora iniziare il servizio previsto già ad ottobre. Serve chiarezza.

CHIOGGIA (23/11/2009) — Continuano i malumori verso il servizio “Navetta Lusenzo”, nel Gazzettino di oggi sono apparse infatti alcune dichiarazioni di persone anziane che si schierano contro le “navette” per i problemi ben noti che esse generano, confermando gli esiti del sondaggio di agosto promosso su questa rete che rispecchiava la netta contrarietà dei chioggiotti a questo servizio. Proprio per eliminare i disagi causati dalla linea nata nel luglio del 2008 ed entrata a pieno regime il 20 ottobre 2008 con la creazione dei doppi capilinea, secondo quanto apparso sulle pagine del Gazzettino del 9 settembre, l’assessore alla mobilità annunciava l’imminente ripristino del servizio a circolare completa con transito per il Corso del Popolo così da evitare le rotture di carico, l’inizio era preannunciato a partire da ottobre ma come tutti possono notare al 23 novembre non è cambiato niente. La causa del ritardo  sembra imputabile all’indisponibilità dei nuovi mezzi che dovrebbero garantire questo servizio, infatti essi dovevano essere disponibili entro la fine di ottobre ma presumibilmente a causa di alcuni ritardi, la loro consegna e messa in servizio sembra slittata e conseguentemente con essi anche l’introduzione della circolare completa. A questo punto sembra necessaria una spiegazione da parte dell’amministrazione per fare il punto sulla situazione, vista e considerata l’importanza della modifica al servizio ideata al fine di rendere più funzionale e utile a tutti il servizio di trasporto urbano attualmente inutilizzabile da molte persone a causa dei noti problemi causati dalle rotture di carico e dai mezzi inadeguati (proprio a tal proposito sembra orientata la scelta dell’introduzione di nuovi minibus, dei BredaMenarinibus Vivacity a metano da 8 metri da quanto si apprende da una rivista specializzata, al posto degli Urby Cacciamali attualmente in servizio). Inoltre molte alternative si prestano a migliorare l’attuale situazione dei trasporti urbani, per sopperire anche ai disagi causati al taglio delle corse delle frazioni, fra le quali si prospetta fattibile anche un accorpamento delle linee circolari a quelle di Ca’ Bianca, Cavanella e Isola Verde sullo stile di cinque anni fa istituendo ad esempio la linea 6 (63, 64, 65) con l’attuale percorso che giunta in Campo Marconi potrebbe proseguire per la Strada del Porto e alternativamente raggiungere le frazioni più decentrate, al ritorno dalle frazioni i bus si dirigerebbero per Campo Marconi e continuerebbero verso Isola dell’Unione con una possibile linea accorpata 7 (73, 74, 75), con questa tecnica si garantirebbe una corsa all’ora per frazione e una corsa ogni 20 minuti per le circolari 6 e 7; la linea 1 potrebbe invece assieme alla 2 restare nell’anello urbano transitando per Corso del Popolo come previsto. Ovviamente di soluzioni considerabili agli addetti ai lavori ce ne sono molte, esaminabili in relazione alle esigenze tecniche aziendali; resta però ferma la necessità di introdurre assieme alla circolare completa anche il rafforzamento delle linee delle frazioni venendo incontro alle esigenze espresse anche in questo blog (basta recarsi alla pagina segnalazioni) da utenti che si vedono costretti a dirottare ai mezzi privati incentivando inquinamento e il problema dei parcheggi (è difficile che i residenti delle frazioni scelgano i parcheggi a pagamento da poco creati).

A QUANDO LA CIRCOLARE COMPLETA?ultima modifica: 2009-11-23T13:50:30+01:00da bus-chioggia
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “A QUANDO LA CIRCOLARE COMPLETA?

  1. Salve a tutti gli autobus nuovi ci sono, sono solo 2 a metano e sono funzionanti mi sembra gia’ da un mese abbondante.
    il problema è che i bus navetta dovrebbero avere degli orari coincidenti col passaggio degli altri autobus di linea, e in piu’ per poter potenziare il servizio urbano ci dovrebbero essere meno trasgressoori, ineve gli autobus sono utilizzati da un buon 50% di persono che non pagano il biglietoo,comela mettiamo?

  2. Si precisa che le matricole 726 e 727 (dalla nuova livrea bianca) targate rispettivamente DW 132 RV e DW 133 RV sono dei BREDAMENARINIBUS M 240 (Avancity) /Euro 5 alimentati a gasolio. I minibus che dovrebbero garantire il servizio a circolare completa non sono ancora in servizio, essi dovrebbero essere dei BREDAMENARINIBUS Vivacity da 8 metri a metano (CNG, Compressed Natural Gas) più funzionali (sono a pianale ribassato) e forse esteticamente migliori degli attuali Urby Cacciamali usati come “Bus Navetta”.

  3. Ho letto su Il Gazzettino di oggi 23 nov. 2009 un articolo sul bus navetta.
    Più che storcere il naso, le persone anziane, ed in genere tutte quelle che debbono servirsi del mezzo pubblico, dicono parolacce.
    Non copisco, poi, come una mamma possa essere felice per potersi servire di un mezzo pubblico così “deficente” (dal latino “mancante”… di logica ed utilità) solo per il fatto che i bimbi si divertono a salire e scendere continuamente dai bus. Forse meglio farebbe portarli alle giostre. Infine deve spiegare meglio perchè, con la navetta evita di aver problemi nella ricerca di un parcheggio in centro storico. Prima con le linee circolari lo trovava più facilmente?
    Forse anche il giornalista avrebbe potuto approfondire meglio questo sondaggio piuttosto che ricercare i pro e i contro quasi al 50%. Se lui dovesse servirsi quotidianamente dell’attuale attuale servizio che ne penserebbe? Idem per gli amministratori comunali.

Lascia un commento