BUS URBANI: “ORA BASTA, SERVE SUBITO UN CHIARIMENTO”

CHIOGGIA (11/12/2009) — Il mistero si infittisce, purtroppo l’amministrazione non ritiene di dover spiegare ai cittadini le sue intenzioni sui trasporti urbani, situazione del tutto anomala quanto misteriosa. Infatti, sarebbe da qualsiasi amministratore di buon senso spiegare il motivo, o perlomeno annunciare il ritardo sulle modifiche al servizio annunciate sulle pagine del Gazzettino a settembre. E’improbabile credere che l’articolo apparso sul quotidiano sia stato inventato, quindi dato per certo che la comunicazione dell’assessore c’è stata, non si capisce perché non ci sia stato un seppur timido annuncio “di ritardo”, una “motivazione” per cui i fatti sono andati nettamente diversamente da quanto prospettava l’articolo; così tutti i cittadini si sentono palesemente presi in giro, è normale prendersi gioco di loro?

Serve subito un chiarimento, non è questione di colpe o scaricabarili vari, ma di comunicazione, come si comunicano le cose belle come mai quelle “negative” come un ritardo non vengono comunicate? Si tratta semplicemente di rispetto verso utenti e cittadini in generale. Urbano_chioggia.2.jpg“Una persona di buon senso che non se ne intende dei tecnicismi sui trasporti urbani, magari utente abituale della rete urbana di Chioggia un bel giorno apre il Gazzettino e vede un bell’articolo titolato “A ottobre torna la vecchia circolare”… “Bene!” penserà tale individuo, era ora! Finalmnte hanno capito che i bus navetta non sono la soluzione migliore… finalmente avremo un servizio (presumibilmente) migliore di quello attuale. Aspetta inizio ottobre: niente, metà mese: nulla, fine mese: buio totale, alllora penserà: “Evidentemente qualcosa non è andato per il verso giusto” e come normale nel pubblico, ai ritardi dovrebbe seguire una quantomeno timida comunicazione di avviso ai cittadini precedentemente illusi che spieghi la motivazione di tale ritardo, che dica “Signori ci scusiamo per il ritardo e tutto slitterà a…”; invece niente, buio totale, tenebre più oscure e passano i mesi e quella persona evidentemente penserà che il buon senso non è di questo mondo oppure che su uno dei temi più importanti come quello della mobilità sostenibile, in un tempo così difficile per il clima, dove ci dicono “lasciate a casa l’auto e usate i mezzi pubblici…” l’amministratore non abbia posto nessuna importanza, quasi a dire “L’autobus? ma chi ve lo fa fare ad usarlo? Volete diventare forse deficienti?” evidentemente avrebbe ragione…

LE VOCI SUL WEB. “Non capisco perché l’A.C. non senta la necessità di parlare con i cittadini su come ripristinare le circolari urbane. Tutto è misterioso, si attendono questi nuovi autobus che pare siano solo tre… si utilizzeranno gli altri già in dotazione per completare le necessità delle circolari?” (C.R.)

“In un periodo in cui si parla di educazione e rispetto per l’ambiente, di risparmiare sui consumi energetici, di lasciare a casa le auto, le moto e usare i mezzi pubblici magari alimentati da energia pulita, a chi meglio delle giovani generazioni dovrebbe essere lanciato questo messaggio? E invece no, a Chioggia le centinaia di studenti che tutti i giorni si recano a Borgo S. Giovanni sono costretti a recarsi con i mezzi privati poiché la fermata dell’autobus diretta per la scuola dal centro storico si trova vicino all’istituto Cavanis. Tutto ciò fa sì che nelle giornate di brutto tempo, noi genitori dobbiamo organizzarci per sopperire ai disservizi ed accompagnare (i più organizzati a gruppetti di più studenti ) i ragazzi in macchina e partire con abbondante anticipo per non restare imbottigliati nel traffico e dover far entrare i ragazzi alla seconda ora. La fermata in centro a S. Giacomo di una circolare nelle ore di punta delle entrate nelle scuole sarebbe la soluzione. Silvia Vianello” (S.V.)

MALUMORI ANCHE SUI SERVIZI SECONDARI. La denuncia lanciata da un cittadino: “Come mai nelle fermate della actv dove sono state sostituite le paline non ci sono piu’ gli orari di trasporto? e come mai non sono state sostituite in tutta la città ma solo a singhiozzo?” (Emanuele Tiozzo)

BUS URBANI: “ORA BASTA, SERVE SUBITO UN CHIARIMENTO”ultima modifica: 2009-12-12T22:32:33+01:00da bus-chioggia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento